L’importanza del curriculum

Oggigiorno, in molti, reputano superficiale redigere il proprio curriculum sperando di trovare lavoro senza di esso. Per quale motivo il curriculum è così importante durante la ricerca attiva del lavoro? La risposta è semplice: il curriculum è il biglietto da visita di ognuno di noi, è la presentazione agli occhi di chi non ci conosce.

Fino a qualche anno fa, il curriculum era solamente l’elenco delle proprie esperienze lavorative e formative; il selezionatore leggeva solamente quelle poche righe e decideva se il candidato fosse quello giusto o meno. Oggi esiste il curriculum europeo, o europass, che aggiunge ulteriori informazioni del candidato: conoscenze informatiche, conoscenze linguistiche e mette nero su bianco le competenze personali, relazionali, organizzative, ecc.

Dubbio frequente è cosa scrivere nell’ultimo spazio dedicato “ad altre capacità e competenze”. Date spazio ai vostri interessi e hobby, perché durante una selezione verrete valutati in toto, (es. Sei stato capo scout per 5 anni? Hai capacità da leader, organizzative, responsabile e sai gestire un gruppo di persone in qualsiasi contesto. Hai un’account Instagram con 5mila followers? Sai come attirare l’attenzione delle persone, conosci i meccanismi del mondo che si nasconde dietro un monitor e tastiera. Hai giocato a pallavolo per 10 anni? Sai lavorare in team e per obiettivi).

Concludendo, il curriculum resta il nostro biglietto da visita, i cui punti importanti sono:

  • Dati anagrafici e Fotografia, in cui ci si presenta belli e ordinati: fotografia che ritragga fino alla scapola, sorridenti, vestiti eleganti. Per gli uomini, capelli in ordine e barba tagliata; per le donne, trucco non esagerato. ASSOLUTAMENTE VIETATE: fotografie a figura intera, in costume o in posizioni indecorose.
  • Capacità e competenze, compilate quanto richiesto, iniziando a scrivere l’esperienza più vecchia; le recenti devono trovarsi al primo posto in ogni settore. LE DATE SONO IMPORTANTISSIME.
  • Patente o patenti, indicandone il tipo.
  • Consenso Trattamento dei dati personali, inserendo i riferimenti di legge per la tutela della Privacy. Alla fine del cv, dare l’autorizzazione al trattamento dei propri dati, scrivendo “Autorizzo al trattamento dei miei dati personali presente nel cv ai sensi del Dlgs. 30 Giugno 2003, n. 196 “codice in materia di protezione dei dati personali” e del G.D.P.R.(Regolamento UE 2016/670).
  • Data e firma.

Questo sito utilizza i cookie per offrirti un’esperienza di navigazione migliore. Se vuoi saperne di più clicca qui. Proseguendo la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie impiegati.