Garanzia Giovani

La Youth Guarantee (Garanzia Giovani) è il Piano europeo varato nell’aprile 2013, per la lotta alla disoccupazione giovanile, finalizzato ai ragazzi cosiddetti NEET (Not in Education, Employment or Training). I destinatari sono i giovani che non siano impegnati in attività formative né lavorative, compresi nella fascia di età tra i 15 e i 29 anni, che siano cittadini comunitari o stranieri extra UE, regolarmente soggiornanti, e residenti in Italia.

 Il bonus Garanzia Giovani, disciplinato dal Decreto direttoriale Agenzia Nazionale Politiche Attive del Lavoro numero 3 del 2 gennaio 2018, è stato riconfermato con lo stanziamento di nuovi fondi per il 2017-2020 (decreto Anpal del 28 dicembre 2018), per gli Stati aderenti al programma, che hanno un tasso di disoccupazione superiore al 25%, tra cui rientra anche l’Italia. 

Tali finanziamenti devono essere investiti da ogni Paese in attività di: accoglienza, orientamento, formazione, accompagnamento al lavoro, apprendistato, tirocini, servizio civile, sostegno all’autoimprenditorialità, mobilità professionale, formazione a distanza e bonus occupazionale per le imprese. Sono previsti, inoltre, incentivi alle aziende che assumono con il Piano Garanzia Giovani.

Per quanto riguarda l’Italia, ogni Regione attua il piano Garanzia Giovani servendosi dei Centri per l’impiego ed enti privati accreditati; per usufruirne, è necessaria l’iscrizione allo stesso, che è gratuita, aderendo anche attraverso i portali web regionali.

Per maggiori informazioni, si possono consultare:

  • Piano di attuazione italiano della Garanzia per i Giovani;
  • Il Programma italiano sulla Garanzia per i Giovani 2014-2020;
  • Raccomandazione europea del 22 aprile 2013.

E il sito www.garanziagiovani.gov.it

Questo sito utilizza i cookie per offrirti un’esperienza di navigazione migliore. Se vuoi saperne di più clicca qui. Proseguendo la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie impiegati.